Prestiti personali

Dalla parte dei consumatori

Trasparenza e relazione

Avviso: PROROGA DEL TERMINE DI SOSPENSIONE DEL PAGAMENTO DELLE RATE DEI MUTUI E DEI FINANZIAMENTI A SEGUITO DEGLI EVENTI SISMICI DEL 2012 ED ALLUVIONALI DEL 2014

MILANO, 17 GENNAIO 2020

Proroga dei termini di sospensione dei pagamenti delle rate dei mutui e dei finanziamenti per gli eventi sismici del 2012 e successivamente dall’alluvione del 2014 cui all’art.3, comma 2 bis, primo periodo del decreto legge 28 gennaio 2014, n. 4, convertito con modificazioni, dalle legge 28 marzo 2014, n. 50. 

I clienti Compass/Futuro che sono stati colpiti dall’evento sismico del 2012 nonché successivamente dall’alluvione del 2014, che sono soggetti titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali o cessione del quinto/delegazione di pagamento relativi agli edifici distrutti, inagibili o inabitabili, anche parzialmente, e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nei Comuni interessati da entrambe le emergenze, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate sino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre il 31 dicembre 2020, salvo eventuali e ulteriori proroghe. La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 e successive modificazioni. 

I clienti COMPASS BANCA, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al numero di fax 02 48244230 oppure all’indirizzo email info@compass.it entro il 28 febbraio 2020

I clienti FUTURO, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al n. di fax 02-48244794 entro il 28 febbraio 2020

Compass Banca S.p.A. / Futuro S.p.A. 

PROROGA dello stato di calamità naturale in conseguenza dell’evento sismico che ha colpito il territorio dei comuni di Zafferana Etnea, Viagrande, Trecastagni, Santa Venerina, Acireale, Aci Sant’Antonio, Aci Bonaccorsi, Milo, Aci Catena della Provincia di Catania il giorno 26 dicembre 2018

MILANO, 17/01/2020

PROROGA di 12 mesi dello stato di calamità naturale in conseguenza dell’evento sismico che ha colpito il territorio dei comuni della provincia di Catania il giorno 26 dicembre 2018.

I clienti Compass/Futuro che sono stati colpiti dagli eventi di cui sopra e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nei territori di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 28/12/2018, e che sono titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali/ finalizzati/cessione del quinto/delegazione di pagamento relativi agli edifici distrutti o resi inagibili anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate sino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza (decretato per 12 mesi, come da Delibera del Consiglio dei Ministri del 28/12/2018, prorogato per ulteriori 12 mesi con Delibera del Consiglio dei Ministri del 21/12/2019, pubblicata su G.U. n.2 del 03/01/2020, salvo ulteriori ed eventuali proroghe concesse successivamente).

La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni e integrazioni.

I clienti COMPASS, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al numero di fax 02 48244230 oppure all’indirizzo email info@compass.it entro il 28 febbraio 2020.

I clienti FUTURO, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al n. di fax 02-48244794 entro il 28 febbraio 2020.

Compass Banca S.p.A. / Futuro S.p.A.

Avviso: Richiesta di sospensione dei pagamenti in conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi a partire dal 14 ottobre all’08 novembre 2019 nel territorio della Città metropolitana di Genova e delle Province di Savona e di La Spezia.

MILANO, 15/01/2020

SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI - in conseguenza dell’emergenza determinatasi a seguito degli eventi di cui sopra - ai sensi dell’OCDPC n. 621 pubblicata su G.U. n. 302 del 27/12/2019. I clienti Compass/Futuro che sono stati colpiti dagli eventi di cui sopra e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nei territori di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 21/11/2019, e che sono titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali/ finalizzati/cessione del quinto/delegazione di pagamento relativi agli edifici sgomberati, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate sino all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza (decretato per 12 mesi, come da Delibera del Consiglio dei Ministri del 21/11/2019, pubblicata su G.U. n. 281 del 30/11/2019, salvo ulteriori ed eventuali proroghe concesse successivamente). La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni e integrazioni. 

I clienti COMPASS, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al numero di fax 02 48244230 oppure all’indirizzo email info@compass.it entro il 28 febbraio 2020

I clienti FUTURO, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al n. di fax 02-48244794 entro il 28 febbraio 2020

Compass Banca S.p.A. / Futuro S.p.A.

Avviso: Richiesta di sospensione dei pagamenti in conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi a partire dal 14 ottobre all’08 novembre 2019 nel territorio della Città metropolitana di Genova e delle Province di Savona e di La Spezia.

MILANO, 15/01/2020

SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI - in conseguenza dell’emergenza determinatasi a seguito degli eventi di cui sopra - ai sensi dell’OCDPC n. 621 pubblicata su G.U. n. 302 del 27/12/2019. I clienti Compass/Futuro che sono stati colpiti dagli eventi di cui sopra e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nei territori di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 21/11/2019, e che sono titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali/ finalizzati/cessione del quinto/delegazione di pagamento relativi agli edifici sgomberati, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate sino all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza (decretato per 12 mesi, come da Delibera del Consiglio dei Ministri del 21/11/2019, pubblicata su G.U. n. 281 del 30/11/2019, salvo ulteriori ed eventuali proroghe concesse successivamente). La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni e integrazioni. 

I clienti COMPASS, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al numero di fax 02 48244230 oppure all’indirizzo email info@compass.it entro il 28 febbraio 2020

I clienti FUTURO, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al n. di fax 02-48244794 entro il 28 febbraio 2020

Compass Banca S.p.A. / Futuro S.p.A. 

Avviso: Richiesta di sospensione dei pagamenti in conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi nei giorni 11 giugno e 12 agosto 2019, nel territorio del comune di Formazza, in Provincia di Verbano-Cusio-Ossola.

MILANO, 10/01/2020

SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI - in conseguenza dell’emergenza determinatasi a seguito degli eventi di cui sopra - ai sensi dell’OCDPC n. 620 pubblicata su G.U. n. 294 del 16/12/2019.

I clienti Compass/Futuro che sono stati colpiti dagli eventi di cui sopra e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nel comune di Formazza, in Provincia di Verbano-Cusio-Ossola, di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 06/11/2019, e che sono titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali/ finalizzati/cessione del quinto/delegazione di pagamento relativi agli edifici distrutti o resi inagibili anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza (decretato per 12 mesi, come da Delibera del Consiglio dei Ministri del 06/11/2019, pubblicata su G.U. n. 267 del 14/11/2019, salvo ulteriori ed eventuali proroghe concesse successivamente).

La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modifiche ed integrazioni.

I clienti COMPASS BANCA, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al numero di fax 02 48244230 oppure all’indirizzo email info@compass.it entro il 18 febbraio 2020.

I clienti FUTURO, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al n. di fax 02-48244794 entro il 18 febbraio 2020.

Compass Banca S.p.A. / Futuro S.p.A.

Avviso: Richiesta di sospensione dei pagamenti in conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi a partire dal mese di settembre 2019, nel territorio delle Province di Agrigento, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani.

MILANO, 09/01/2020

SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI - in conseguenza dell’emergenza determinatasi a seguito degli eventi di cui sopra - ai sensi dell’OCDPC n. 619 pubblicata su G.U. n. 291 del 12/12/2019.

I clienti Compass/Futuro che sono stati colpiti dagli eventi di cui sopra e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nei comuni di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 21/11/2019, e che sono titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali/ finalizzati/cessione del quinto/delegazione di pagamento relativi agli edifici distrutti o resi inagibili anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate sino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza (decretato per 12 mesi, come da Delibera del Consiglio dei Ministri del 21/11/2019, pubblicata su G.U. n. 281 del 30/11/2019, salvo ulteriori ed eventuali proroghe concesse successivamente).

La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modifiche ed integrazioni.

I clienti COMPASS BANCA, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al numero di fax 02 48244230 oppure all’indirizzo email info@compass.it entro il 15 febbraio 2020.

I clienti FUTURO, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al n. di fax 02-48244794 entro il 15 febbraio 2020.

Compass Banca S.p.A. / Futuro S.p.A.

Avviso: Richiesta di sospensione dei pagamenti in conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 12 novembre 2019 nel territorio del Comune di Venezia

MILANO, 02/12/2019

SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI - in conseguenza dell’emergenza determinatasi a seguito degli eventi di cui sopra - ai sensi dell’OCDPC n. 616 pubblicata su G.U. n. 273 del 21/11/2019.

I clienti Compass/Futuro che sono stati colpiti dagli eventi di cui sopra e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nei comuni di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 14/11/2019, e che sono titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali/ finalizzati/cessione del quinto/delegazione di pagamento relativi agli edifici sgomberati, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate sino all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza (decretato per 12 mesi, come da Delibera del Consiglio dei Ministri del 14/11/2019, pubblicata su G.U. n. 270 del 18/11/2019, salvo ulteriori ed eventuali proroghe concesse successivamente).

La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni e integrazioni.

I clienti COMPASS, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al numero di fax 02 48244230 oppure all’indirizzo email info@compass.it entro il 15 gennaio 2020.

I clienti FUTURO, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al n. di fax 02-48244794 entro il 15 gennaio 2020.

Compass Banca S.p.A. / Futuro S.p.A.

Avviso: Richiesta di sospensione dei pagamenti in conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi nei giorni dal 19 al 22 ottobre 2019 nel territorio della provincia di Alessandria

MILANO, 02/12/2019

SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI - in conseguenza dell’emergenza determinatasi a seguito degli eventi di cui sopra - ai sensi dell’OCDPC n. 615 pubblicata su G.U. n. 274 del 22/11/2019.

I clienti Compass/Futuro che sono stati colpiti dagli eventi di cui sopra e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nei comuni di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 14/11/2019, e che sono titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali/ finalizzati/cessione del quinto/delegazione di pagamento relativi agli edifici sgomberati, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolta nei medesimi edifici, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate sino all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza (decretato per 12 mesi, come da Delibera del Consiglio dei Ministri del 14/11/2019, pubblicata su G.U. n. 271 del 19/11/2019, salvo ulteriori ed eventuali proroghe concesse successivamente).

La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni ed integrazioni.

I clienti COMPASS, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al numero di fax 02 48244230 oppure all’indirizzo email info@compass.it entro il 15 gennaio 2020.

I clienti FUTURO, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al n. di fax 02-48244794 entro il 15 gennaio 2020.

Compass Banca S.p.A. / Futuro S.p.A.

PROROGA dello stato di emergenza a causa del crollo del Ponte Morandi a Genova

MILANO, 05/09/2019

 

Con Delibera del Consiglio dei Ministri del 31/07/2019, pubblicata su G.U. n. 183 del 06/08/2019, è stata stabilita – perdurando le condizioni emergenziali - la proroga di 12 mesi dello stato di emergenza relativo al crollo del Ponte Morandi (quindi sino al 06/08/2020).

Per esercitare la facoltà di sospensione delle rate si rimanda a quanto pubblicato sul sito della Società a settembre 2018.

Compass Banca S.p.A. / Futuro S.p.A.

Richiesta di sospensione dei pagamenti in conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi nei giorni 11 e 12 giugno nel territorio delle province di Brescia, Lecco e Sondrio

MILANO, 04/09/2019

SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI - in conseguenza dell’emergenza determinatasi a seguito degli eventi di cui sopra - ai sensi dell’OCDPC n. 598 pubblicata su G.U. n. 182 del 05/08/2019.

I clienti Compass/Futuro che sono stati colpiti dagli eventi di cui sopra e che hanno residenza o sede legale e/o operativa nei comuni di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 1° luglio 2019, e che sono titolari di finanziamenti rimborsabili mediante prestiti personali/ finalizzati/cessione del quinto/delegazione di pagamento relativi agli edifici distrutti o resi inagibili anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, possono fare richiesta scritta per la sospensione - a titolo gratuito - delle rate sino all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza (decretato per 12 mesi, come da Delibera del Consiglio dei Ministri del 1° luglio 2019, pubblicata su G.U. n. 161 del 11/07/2019, salvo ulteriori ed eventuali proroghe concesse successivamente).

La richiesta scritta di sospensione del pagamento delle rate deve essere accompagnata dalla autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

I clienti COMPASS BANCA, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al numero di fax 02 48244230 oppure all’indirizzo email info@compass.it entro il 15 ottobre 2019.

I clienti FUTURO, per esercitare la facoltà di sospensione, devono trasmettere la documentazione al n. di fax 02-48244794 entro il 15 ottobre 2019.

Compass Banca S.p.A. / Futuro S.p.A.

Compass e Futuro promuovono Educazione Finanziaria

icone_Docenti-insegnamento.svg

1 / 1

L'Associazione dei Docenti di Economia dei Mercati e degli Intermediari Finanziari (ADEIMF) ha sviluppato con il sostegno dell'Associazione Italiana del Credito al Consumo e Immobiliare (Assofin) una serie di pillole video che, in modo semplice, illustrano concetti di natura finanziaria. Potrai approfondire temi che toccano sia l'ambito del risparmio che del credito.

Scopri i video

Compass e Futuro promuovono Trasparenza della Relazione con i clienti

icone_Lettera-FAX-Mail.svg

1 / 4

Per presentare un reclamo formale in forma scritta per contestare a Compass un comportamento che ritieni scorretto, puoi inviare:

  • una lettera all'Ufficio Reclami, Via Caldera 21/D 20153 Milano
  • un Fax al numero 0248244964
  • una email all'indirizzo di posta elettronica reclami@compass.it
  • una e-mail all’indirizzo di posta elettronica certificata: reclami@pec.compassonline.it
  • una comunicazione utilizzando la sezione dedicata nell’Area Riservata.

Ti risponderemo entro 30 giorni dal ricevimento del reclamo o nel minor tempo previsto per i servizi di pagamento dalla normativa vigente.


Per le informazioni sulle modalità di trattazione dei reclami, clicca qui.

Per presentare un reclamo formale in forma scritta per contestare a Futuro un comportamento che ritieni scorretto, puoi inviare:

  • una lettera all'Ufficio Reclami, Via Caldera 21/D 20153 Milano
  • un Fax al numero 0248244794
  • una email all'indirizzo di posta elettronica reclami@futuro.it
  • una e-mail all’indirizzo di posta elettronica certificata: reclami@pec.futuro.it

Ti risponderemo entro 30 giorni dal ricevimento del reclamo.

Per le informazioni sulle modalità di trattazione dei reclami, clicca qui.

ABF-Arbitro-Bancario-Finanziario.gif

2 / 4

L'Arbitro Bancario Finanziario (ABF) è un sistema di risoluzione delle controversie che possono sorgere tra i clienti e le banche e gli altri intermediari in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari. L’ABF è un sistema alternativo, più semplice, rapido ed economico rispetto al ricorso al giudice anche perché non prevede la necessità di assistenza legale da parte di un avvocato. L'ABF è un organismo indipendente e imparziale nei compiti e nelle decisioni, sostenuto nel suo funzionamento dalla Banca d'Italia. Il cliente può ricorrere all'ABF solo dopo aver cercato di risolvere la controversia inviando un reclamo scritto all'intermediario. Per conoscere i dettagli di come e quando rivolgersi all'Arbitro consulta l'apposita Guida esplicativa.

icone_Procedura (attuale,-foglio con matita).svg

3 / 4

La Procedura di Conciliazione Paritetica costituisce un valido strumento per risolvere in modo semplice e rapido le controversie tra intermediari bancari/finanziari e consumatori, alternativo alla giustizia ordinaria, alla mediazione civile e all’Arbitro Bancario Finanziario. 
Per saperne di più consulta il Protocollo e Regolamento di Conciliazione e scarica il modulo di richiesta.

icone_Procedura (attuale,-foglio con matita).svg

4 / 4

Per esercitare il diritto di recesso rispetto ad una polizza assicurativa a cui si è aderito, potrà essere utilizzata la comunicazione di seguito allegata distinta per compagnia assicurativa di riferimento:

Compass e Futuro promuovono Credito Responsabile

monitorata.gif

Se stai pensando di chiedere un prestito, Compass e Futuro ti consigliano di verificare se le tue entrate ed uscite mensili attuali siano compatibili con la rata che dovrai pagare. Scopri Monitorata: un servizio offerto da Assofin che ti permette valutare la sostenibilità della rata.